skip to Main Content

Una signora chiede…..

Una signora chiede:
Quanto vendi le tue uova?
Il vecchio venditore risponde: 0.50 un uovo, signora
La signora dice: Prenderò 6 uova 2.50 o me ne vado.
Il vecchio venditore gli risponde:
Comprali al prezzo che desidera, signora.
Questo è un buon inizio per me perché oggi non ho venduto un uovo e ho bisogno di questo per vivere.
Gli ha comprato le uova a prezzo contrattuale ed è andata via
con la sensazione che aveva vinto.
È entrata nella sua auto elegante ed è andata in un ristorante elegante con la sua amica.
Lei e la sua amica hanno ordinato quello che volevano.
Hanno mangiato un po’ e hanno lasciato molto di quello che avevano chiesto.
Così hanno pagato il conto, che era di 400 $. Le signore hanno dato 500 e hanno detto al proprietario del ristorante chic di tenere il resto come mancia…
Questa storia potrebbe sembrare abbastanza normale nei confronti del boss del ristorante di lusso, ma molto ingiusta per il venditore delle uova…
La domanda che porta è:
Perché abbiamo sempre bisogno di dimostrare che abbiamo il potere quando compriamo da bisognosi?
E perché siamo generosi con chi non ha nemmeno bisogno della nostra generosità?
Una volta ho letto da qualche parte:
Mio padre comprava beni da poveri a prezzi elevati, anche se non aveva bisogno di queste cose.
A volte li pagava di più. Ero stupefatto. Un giorno gli ho chiesto:
Perché lo fai papà?
Così mio padre rispose:
È una beneficenza avvolta con dignità, figlio mio.
So che la maggior parte di voi non condividerà questo messaggio, ma se siete una delle persone che si sono prese il tempo di leggere finora…
Allora questo messaggio di tentativo di ′′umanizzazione′′
avrà fatto un altro passo…
Nella giusta direzione…

dal Web

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento