skip to Main Content

Ci avete tolto la magia

Ci avete tolto la magia di una foto, la poesia di una lettera,
la calligrafia, l’odore di un libro, il ritaglio di un giornale,
il “ci vediamo alle otto in piazza”, il negozietto di alimentari sotto casa,
le infinite chiacchierate in una cabina, i baci su una panchina,
la paura che rispondesse il padre al telefono fisso, il diario segreto,
il pallone nel cortile, l’attesa del riavvolgere, la dedica alla radio,
l’impaccio nel ballare un lento, i giochi di società, la comunicazione.
Quando la tecnologia avrà seppellito anche l’ultimo sussulto relazionale, avrete completato l’opera inarrestabile di desertificazione emotiva,
perché allora, e solo allora, ci avrete reso animali urbani,
sempre più vicini, eppur così lontani.

Michelangelo Da Pisa

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento